IVA ridotta come e quando


Le attuali leggi sull’iva ridotta danno la possibilità di applicare l’iva ridotta su molti prodotti da noi trattati.
in particolare:
IVA 4% in presenza di nuova abitazione non di lusso.
IVA 10% in presenza di ristrutturazione o casi simili.
IVA 22% sugli altri casiLe categorie di materiali che possono usufruire di questa aliquota iva anche al semplice acquisto sono:
sanitari,
rubinetti,
vasche,
docce,
serramenti,
porte,
tutte le lavorazioni atte alla costruzione e alla posa

le categorie che potrebbero avere in determinate condizioni l’iva ridotta:
tutti i tipi di  pavimento;
di per se il pavimento non è un prodotto finito e quindi ha sempre iva al 22% indipendentemente dalla tipologia A PATTO CHE il pavimento non venga venduto posato, ovvero il cliente finale deve acquistare il pavimento finito, materiale compresa posa.
se per il legno in molti casi diventa semplice in quanto il costo della posa è normalmente più basso di quello del legno, per la ceramica diventa il più delle volte non conveniente.
il fatto i dover acquistare la posa e vendere il pacchetto chiavi in mano vuol dire rivendere la posa con un ricarico.
ricordo che non si può acquistare un prodotto e rivenderlo allo stesso prezzo, (l’agenzia delle entrate ci va a nozze con queste cose).
quindi facciamo un esempio:
costo piastrella =18€, costo posa =15€, costo collanti e stucchi =5€
ESEMPIO 1 il cliente acquista separato il materiale dalla posa, costo piastrella=18€+iva 22%= 21,96€ costo posa+collanti=20€+iva al 4% =20,80€ totale ivato al mq =42,76€

ESEMPIO 2 il cliente acquista in appalto il pavimento finito, costo piastrella=18€+ricarico da parte del posatore 15% (minimo)+iva al 4%= 21,53 costo posa+collanti=20€+iva al 4% =20,80€ totale ivato al mq =42,33€

se parliamo invece di ristrutturazione e quindi con iva la 10% il contratto di appalto non ha alcun beneficio in termini di risparmio.
naturalmente il conteggio va fatto sempre e la maggior parte dei casi non conviene al cliente finale, in particolare quando il prodotto o servizio che deve essere acquistato e ricaricato ha un valore più alto dell’altro.

Nel caso specifico del legno il costo del legno rispetto la posa solitamente è molto più alto, per questo motivo la convenzione che abbiamo con la nostra produttrice di legno, è che la stessa acquista la posa e la ricarica, vendendo il pavimento finito con iva ridotta. Anche qui ci sono le casistiche e se con iva ridotta al 4% di solito il cliente ha beneficio, non sempre ne ha se si tratta di ristrutturazione e quindi con iva al 10%

è sempre consigliabile contattare lo staff, caso per caso, per avere i calcoli precisi in relazione all’iva di legge

per quanto riguarda invece la parte arredo ovvero la seconda parte dell’abitazione, cioè : mobilia, illuminazione, tendaggi, oggettistica, complementi, l?iva non può essere ridotta in nessun caso, quindi si applicherà l’aliquota del 22%